La “transizione digitale”

La “transizione digitale” si fa prima di tutto investendo nella scuola. Miliardi. Un grande problema è la sotto-digitalizzazione del personale, formatore e tecnico. E questo, a catena, gioca un gran ruolo nella sotto-digitalizzazione della pubblica amministrazione. Ricette magiche non ne esistono. Anzi: probabilmente la ricetta è uguale da almeno una ventina d’anni.

Commenta via Facebook

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *