L’internazionale

Firmare i propri lavori all’estero con pseudonimi dà una scema sensazione di KGB che è molto divertente.

Intanto, è in arrivo un’inchiestina su come si creino identità fittizie ad hoc e quali risulati concreti possano ottenere con poco sforzo.

Luca Spinelli

Giornalista svizzero, scrive prevalentemente di innovazione, diritto e società.
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Commenta via Facebook

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *